Fare le cose col culo.


Titolo criptico. In Italia si potrebbe adattare a mille argomenti. Invece voglio parlare del restyling (neanche poi nuovo, visto che c’è da un pò, ma dopotutto non siamo un quotidiano) dei regionali Trenitalia. L’argomento può toccare anche intercity, eurocity, frecce rosse, bianche, argento, a pois, taggate, invisibili ma per ora mi soffermo sul vecchio sferragliante regionale. Che poi sono quelli più puntuali di tutti.

Premetto che abito in Svezia. OK, paragonare i treni svedesi ai nostri sarebbe come testare i drone di ultima generazione sugli ospedali da campo della croce rossa. Premetto anche che non ho voglia di fare il solito esterofilismo (discorsi da “faccio cose, vedo gente…”), non è tutto meglio all’estero, e chi ci ha vissuto lo sa. Ma alcune cose sì, generalmente quelle che riguardano il buon senso (yo!), che da noi si sta perdendo a velocità (e con una puntualità) ben superiori a quelle dei nostri pendolini.

Insomma, cosa è successo? E’ da un pò di tempo a questa parte che quando torno a casa e prendo treni regionali non trovo spazi adeguati per mettere borse o valigie. Assurdo. Un sacco di gente viaggia munita di bagaglio. Cioè eravamo quelli delle valigie di cartone eh. Tanto per dire. Ancora più assurdo se pensiamo che l’Italia è il 3° paese più visitato in Europa. Infatti sui treni mi par di vedere turisti muniti anch’essi di bagaglio, sai com’è…

Negli appositi ripiani sopra i sedili ci stanno solo ventiquattrore o zainetti. Io poi viaggiando Ryanair (Trenitalia+Ryanair è un mix che neanche i Flagellanti…) rimango già entro certi limiti (15kg) ed utilizzo, senza riempirlo del tutto, un vecchio borsone del calcio.

I sedili sono stati riposizionati o addirittura (genialata!) hanno messo i posti a sedere in sequenza come negli autobus, il che ti toglie anche la possibilità di mettera la tua borsa in quel triangolo di spazio che si formava tra due sedili messi uno contro l’altro di schiena (per intenderci). Inoltre mancano totalmente dei ripiani dove lasciare le valigie a inizio o fine vagone (come si trovano, per esempio sugli Eurostar) o delle zone apposta.

La soluzione? Tutti posano le valigie sui sedili o per terra o nel corridoio, creando disagio per la mobilità dei passeggeri e limitando enormemente il numero dei posti a sedere. Aiuta un sacco la socialità però. Questo bisogna riconoscerlo.

‘fanculo.

Ah, dimenticavo. In Svezia c’è sempre una vagonata (!) di spazio che appena mi compro un iPhone ve lo mostro. Yo!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...